LA SOSTENIBILITÀ DELLO SMART WORKING: EPTA PARTNER DEL PROGETTO DI RICERCA SMART & VALUE

08/10/2021

Una nuova iniziativa che conferma l’impegno di Epta a favore dell'adozione e promozione di un modello fondato su innovazione e responsabilità etica: il Gruppo aderisce a Smart & Value, progetto di formazione e ricerca sulla sostenibilità dello smart working. Il piano è stato avviato dalla multinazionale Stantec insieme al Sustainability & Circular Economy Lab (partnership tra il Dipartimento di Management dell’Università di Bologna e Manageritalia Emilia Romagna) e alla start up Dilium, con il supporto di 11 aziende italiane afferenti a settori distinti.

Obiettivo del programma è definire, a partire dalla valutazione puntuale di parametri oggettivi, l’impatto positivo del lavoro agile in relazione alle tre dimensioni della sostenibilità. Lo studio, strutturato in due fasi, avrà la durata di circa un anno. Il primo step è suddiviso in due sotto sezioni e vedrà il coinvolgimento dei circa 300 dipendenti delle realtà partner. In primis, è previsto un percorso di formazione dedicato sia all’approfondimento dei fattori digitali e organizzativi e alle implicazioni psico-sociali del lavoro flessibile, sia al training per un corretto utilizzo del software di raccolta dati. Attraverso l’applicativo Smafely, tutti i lavoratori coinvolti pianificheranno, per sei mesi, il loro calendario e le attività di smart working, indicando, ad esempio, i percorsi e i mezzi utilizzati per gli spostamenti casa-ufficio e i luoghi da cui lavorano da remoto.

Il secondo step, che si concluderà a marzo 2022, prevede un’indagine qualitativa e quantitativa condotta da un pool di ricercatori dell’Università di Bologna che permetterà di definire i reali benefici dello smart working a favore delle persone, dell’ambiente e del business. I risultati di parametri quali emissioni inquinanti, tempo, distanze coperte e costi si attesteranno quale reale supporto alle politiche di sostenibilità, welfare aziendale e rendicontazione non finanziaria.