Come incrementare la Brand Awareness attraverso un Visual Merchandising d’effetto

search 10 Dec 2021

Image
visual merchandising

Incrementare la Brand awareness è l’obiettivo di ogni azienda interessata a rinforzare il proprio posizionamento sul mercato e nella mente dei clienti. Per raggiungerlo, i negozi fisici sono un elemento prezioso.

Ogni spazio espositivo in-store ed extra-store assolve alle funzioni di brand ambassador, in grado di comunicare la personalità della marca e creare un’esperienza immersiva per il cliente.

La forza dirompente dell’esperienza fisica sta nell’elevatissimo numero di recettori coinvolti. Ciascuno di essi è fondamentale per la generazione di associazioni mentali e sensoriali estremamente incisive.

Un colore, un elemento, un espositore brandizzato, tutto contribuisce ad aumentare la riconoscibilità del marchio esposto.

N.B. Il peso del fattore sensoriale aumenta notevolmente in caso si tratti di prodotti Food & Beverage, per i quali vista, olfatto e tatto restano di fondamentale importanza.

Ancora oggi il cosiddetto “Moment of truth” arriva proprio in negozio, quando le esperienze sensoriali, esaltate da un efficace Visual Merchandising, consentono il cambiamento di opinione in favore del brand in esposizione.

Visual merchandising efficace: il supporto ideale per far crescere la Brand awareness

Il Visual merchandising deve coinvolgere tutti gli elementi in grado di influenzare l’immaginario umano, tanto all’interno di un negozio, quanto in una collocazione strategica esterna, in tal modo l’esperienza d’acquisto sarà completa e il brand si arricchirà di ulteriori rinforzi nella mente dei clienti.

Quali strumenti possono essere utilizzati? Luci, colori, odori, immagini, composizione e adattamento degli spazi, informazioni, installazioni interattive e molto altro.

Tuttavia, per rendere efficace il proprio visual merchandising è necessario andare oltre i meri strumenti e porsi le giuste domande:

  1. Testi e immagini raccontano una storia di facile comprensione?

I contenuti devono essere in grado di attirare l’attenzione e fermare il cliente in pochi secondi. Simple, compelling and relevant sono i tre comandamenti per raggiungere risultati di comprensione ed efficacia.

  1. Design e layout degli strumenti espositivi sono personalizzati?

In un contesto estremamente competitivo come quello attuale, ogni corner, ogni insegna e ogni espositore dovrà essere personalizzato, coerentemente con le campagne in corso e con la comunicazione visiva del proprio brand. Gli elementi in un negozio sono limitati, così come l’attenzione dei clienti: massimizzare le possibilità di attrazione attraverso la personalizzazione è oggi una necessità.

  1. I consumatori possono interagire con le installazioni e i materiali espositivi?

Display integrati negli espositori, suoni, elementi fisici da toccare e spostare, schermi touch, app che interagiscono grazie a QR code e sensori di prossimità degli smartphone. Le opzioni sono numerose e necessarie per creare un’esperienza in grado di stupire e restare impressa nella mente dei clienti.

Se sarete in grado di creare un’esperienza realmente coinvolgente, il risultato sarà eccellente.

Per valutare i risultati dell’attività, è fondamentale scegliere i giusti KPI: scoprili nell’approfondimento sui benefici derivanti da un visual merchandising ben fatto.